Immagine di: salvatore utente della Community di Immobiliare.it
Privato
nessuna risposta
Si può vendere una casa ereditata in cui tre fratelli sono daccordo e uno no?
Domanda inserita: 3 anni e 4 mesi fa, Leggi e Norme a Bergamo 3 risposte
La tua risposta
Ti preghiamo di mantenere una conversazione educata e civile
Caratteri rimasti: 4500

 
Registrati o accedi col tuo account: , o
 
  •  
  •  
  •  
  • (visibile nel tuo profilo pubblico) 
  •  
     
Cliccando Rispondi dichiari di aver letto e accettato le Condizioni Generali e l'informativa sulla privacy
Segui la discussione via emailCondividi
Risposte(3)
 
Utente cancellato

Utente Cancellato
si può vendere attraverso 3 modalità:
1. vendita dell'intero con l'accordo dei comproprietari.
2. vendita di quote
3. vendita coattiva.
Nel terzo caso occorre rivolgersi al tribunale civile con l'assistenza di un legale con una perizia di parte del valore. Il giudice bandirà l'asta dell'immobile determinando prezzo e modalità. ovvviamente è preferibile l'accordo delle parti.
Risposta inserita: 3 anni e 4 mesi fa
|
Segnala errore o abuso
Ciao Salvatore,
per la vendita della piena proprietà un immobile occorre che tutti i comproprietari siano d'accordo e firmino di persona o per procura speciale l'atto di rogito.
Potete valutare di vendere le vostre quote anche se temo sia quasi impossibile trovare un acquirente.
La soluzione legale è caldamente sconsigliata perchè i tempi sono quasi infiniti (anche 10/15 anni) per ottenere la vendita all'asta con conseguente ripartizione del ricavato (al netto delle spese legali) tra gli eredi legittimi.
Forse è meglio trovare un accordo economico, affrontate con calma l'argomento tutti insieme... siete pur sempre fratelli! :)
Risposta inserita: 3 anni e 4 mesi fa
|
Segnala errore o abuso
Il notaio specifica sempre quando a vendere sono più persone che i soggetti in solido tra loro e ciscuno per i propri diritti di spettanza si obbligano di vendere; questa dicitura rende chiara l'idea che se i proprietari sono in solido tra loro intenti a vendere, il bene si può alineare, se uno di loro non è d'accordo, l'immobile non si può vendere se non con l'intervento del giudice attraverso un procedimento legale, chiaramente con tempi pari ad una causa.
Risposta inserita: 3 anni e 4 mesi fa
|
Segnala errore o abuso
Cerca consigli e risposte
esempio: "affitto", "vendita", "ristrutturare"
Fai una domanda
Formula la tua domanda e ottieni risposte da esperti e professionisti del mondo immobiliare
Notifiche via email
Ricevi via email, ogni giorno, le nuove domande in base a questi criteri:
Leggi e Norme
Lombardia