Immagine di: Alessandro utente della Community di Immobiliare.it
1 domanda
1 risposta
0 risposte utili
Alessandro
Privato
Risposte(1)
Casaleo Immobiliare, la ringrazio per la risposta ma forse mi sono spiegato male. Riconosco che l'agenzia ha fatto il suo lavoro e meritato la sua provvigione. Ma questa sostiene che è il suo cliente che contesta il mio diritto di rifiutare la sua offerta.

Eppure non c'è scritto nel contratto che sono costretto ad accettare qualsiasi offerta a prezzo pieno. Poi ho letto nella "guida per il cittadino" (www.consumatori.it/images/opuscoli/gar_preliminare_4.pdf):

<< [la] proposta d’acquisto...impegna solo la parte che l’ha firmata. La proposta d’acquisto – di solito un modulo prestampato fornito dall’agenzia immobiliare – è la dichiarazione dell’acquirente di voler acquistare un certo bene a un certo prezzo. La proposta d'acquisto deve essere accompagnata normalmente dal versamento di una somma di denaro a titolo di “caparra“. Tale somma resta “bloccata” (e quindi viene sottratta alla disponibilità dell’acquirente) per tutta la durata di validità della proposta di acquisto.

Nel frattempo il venditore è libero di valutare anche altre offerte. Quindi non è certo che
a fronte del “sacrificio” subìto dall’acquirente l’affare venga concluso.

...nel momento in cui la proposta dell’acquirente viene accettata dal venditore, con la firma
di quest’ultimo si conclude di fatto il preliminare di vendita, che avrà le clausole indicate nel testo rigido, di solito prestampato, della proposta d'acquisto. >>

Come l'avevo scritto, io non ho firmato la proposta dell'acquirente.
Risposta inserita: 9 anni e 8 mesi fa
|
Segnala errore o abuso
Fai una domanda
Formula la tua domanda e ottieni risposte da esperti e professionisti del mondo immobiliare